Centro America Esperienze di viaggio

Viva Mexico

La mia esperienza di viaggio in Messico lontano dai soliti circuiti turistici..

Bentornati viaggiatori

Finalmente riesco a parlarvi un po’ della mia ultima esperienza di viaggio.

Ci tengo particolarmente a farlo perché vorrei farvi conoscere alcune destinazioni non molto interessate dal turismo italiano ma che meritano proprio per questo più attenzione.

Devo ringraziare il tour operator Viva Mexico che ha investito tanto nell’organizzazione del viaggio, del soggiorno e delle attività durante questo tour e ha permesso di scoprire a 21 agenti partiti da ogni parte d’Italia, un Messico insolito ma altrettanto interessante.

Stavolta, al contrario dei precedenti viaggi, ero un po’ titubante… una sensazione che non so spiegare anche perché per me ogni partenza é un carico sproporzionato di adrenalina già al momento della preparazione…questa volta era diverso..

Mi è bastato arrivare a Città del Messico, prima tappa, per cominciare a ricredermi.

Dopo più di 16 ore di viaggio arriviamo in questa grande città, davvero troppo trafficata per i miei gusti ma calda, solare, frizzante che subito é passata la stanchezza lasciando il posto alla grande curiosità…curiosità di scoprire cosa aveva da offrirci, cosa ci sarebbe aspettato ad ogni angolo…

Lo Zocalo, il centro della città ed il più antico dell’America Latina, é il posto che mi è piaciuto di più..siamo arrivati nel momento dell’anno in cui i messicani festeggiano i morti con una vera e propria festa (Dia de Los Muertos) quindi era tutto addobbato proprio per l’occasione. Manichini di scheletri, fiori, nastri colorati un po’ ovunque…in più abbiamo avuto modo di assistere a dei balli tipici di tribù locali che si esibivano vicino la cattedrale (potete vedere i video sul mio profilo Instagram ) é stato davvero molto interessante.

Il secondo giorno ci siamo spostati a breve distanza da Città del Messico, per visitare il sito di Tehotihuacan, città preispanica, oggi patrimonio dell’Unesco.

È stato davvero emozionante scalare le due piramidi, del Sole e della Luna ed ammirare il panorama dall’alto (è stato anche molto stancante lo ammetto). Queste due piramidi, insieme al Tempio di Quetzalcoatl e al Patio de los Jaguares, sono le uniche costruzioni che si possono ancora ammirare dell’antica città.

Il pomeriggio non è mancata una piacevolissima sorpresa: ci hanno accompagnato a Xochimilco, dove abbiamo partecipato ad una festa a bordo di tipiche imbarcazioni da fiume guidate “a mano”. Si tratta di una destinazione molto frequentata dai messicani che qui organizzano pranzi, feste ed eventi in famiglia o tra amici a bordo di queste barchette!

Il terzo giorno abbiamo fatto tappa a Puebla, una cittadina dai mille colori e dalle bellissime costruzioni. Tra tutte la cattedrale di Santo Domingo, che svetta nel centro della città. Dopo un pranzo con vista ci siamo diretti a Cholula, il primo Pueblo Magico incontrato durante questo tour (volete sapere di cosa si tratta? Qui la spiegazione). Purtroppo a seguito del terremoto avvenuto a settembre, la bellissima cattedrale ha subito danni abbastanza importanti e questo non ci ha reso possibile la visita.

L’arrivo a Chihuahua non è stato dei migliori.. di notte, dopo un’intera giornata in movimento, un trasferimento veloce in aeroporto e partenza in ritardo del volo..fortunatamente la città al risveglio si è presentata al meglio! Il centro di questa cittadina mi ha davvero colpito; tanti edifici storici relativi al movimento di indipendenza messicano, tra cui la casa di Pancho Villa ed il Palacio Federal “palazzo federale”, dove si dice sia stato ucciso Miguel Hidalgo, il padre della rivoluzione messicana. La storia messicana è davvero molto complessa e le guerre per l’indipendenza sono durate fino a quasi 70 anni fa..è stato davvero interessante scoprire qualcosa in più!

Giornata di viaggio verso il nord con destinazione Divisadero! É stata la parte più naturalistica del viaggio..panorami da togliere il fiato.. per gli amanti degli spazi aperti é davvero il paradiso! Da vedere assolutamente il Lago di Areko, Valle de Los Monjes e Barrancas del Cobre, un sistema di canyons di gran lunga più grande del Grand Canyon americano ma sconosciuto a molti.

Sarà stata l’altitudine, sarà stata l’emozione di essere in Messico, sarà stata la tequila della sera prima..non so.. ma sta di fatto che mi sono buttata da una piattaforma a 2500 m, nel nulla e ad una velocità di circa 100 km/h. A Barrancas del Cobre esiste un Parco Avventura davvero fantastico! Le attività disponibili sono la via ferrata, la tirolesa e uno zip rider più lunga del mondo. Non essendo brava ad arrampicarmi con una corda, non essendo così atletica e preparata per scendere a tutta velocità legata solo in vita e dovendo frenare da sola… ho optato per il male minore: zip rider! Vi dico solo che prima di iniziare ci hanno fatto firmare testamento… non scherzo! Chiedevano a chi lasciare i nostri averi… un modo come un altro per tranquillizzare le persone prima della discesa! Con il senno di poi posso dire di aver fatto una delle esperienze migliori della mia vita! Adrenalina a mille..aria tra i capelli e spettacolo della natura ovunque intorno a me! Vi consiglio di provarlo se vi trovate nella zona!

Dopo la mattinata adrenalinica un po’ di relax a bordo del treno locale “El Chepe” per raggiungere El Fuerte.

Quanti possono dire di aver dormito nella casa che ha visto la nascita di Don Diego della Vega, in arte Zorro? Io non so se sia la verità ma in ogni caso mi complimento per il buon gusto nell’arredamento. Il piccolo centro della città mi ha ricordato davvero tanto la California, con le sue alte palme ed i suoi colori e sempre presenti dettagli coloniali. Un’esperienza davvero unica per chi raggiunge El Fuerte é assistere ad uno spettacolo di danza folkloristica a Capomos, . Per non farci mancare nessun tipo di mezzo la sera ci siamo imbarcati sul traghetto Baja Ferries…direzione La Paz.

Sveglia presto…fuori dalla nave..finalmente mare! Bel tempo e tanto caldo a La Paz, prima tappa in Baja California. Giornata nella bellissima ed incontaminata Playa Balandra! Non credevo di poter trovare un mare simile in questa parte di Messico… mi sono dovuta ricredere.

Il mare che abbiamo visto il giorno successivo, però, mi ha lasciato senza parole! Dopo un’ora di barca abbiamo raggiunto Isla Espiritu Santu dove abbiamo fatto il bagno con i leoni marini! Un’esperienza unica e divertentissima! Il pranzo vista mare su una spiaggia deserta é stata la ciliegina finale di una giornata indimenticabile.

Ultima tappa del viaggio, forse la più americana, Cabo San Lucas. É la meta più bella e più esclusiva della Bassa California. Non lontano dalle sue coste e precisamente nel punto dove si trova l’Arco del Cabo, il Mar di Cortez e l’oceano Pacifico si incontrano. Per chi ama le attività sportive ed acquatiche questo è davvero il posto giusto e poi è davvero una metà per il divertimento; nella zona della Marina tanti ristoranti di ogni tipo e locali per un dopo cena.

Come anticipavo questo viaggio è iniziato in modo diverso.. durante i giorni fuori ho vissuto a pieno ogni momento ma ho compreso solo al ritorno la bellezza dei posti visitati e la ricchezza di un paese che sicuramente sarà meta anche di una prossima visita. Ora non vorrei far altro che ripartire e cominciare il tour da capo.

È un itinerario fuori dal comune che consiglierei sicuramente agli amanti dei viaggi “zaino in spalla”, ogni giorno una meta nuova da visitare, molti spostamenti, tante attività e non sempre totale comfort..bisogna adattarsi un po’ a volte ma le emozioni che si vivono ripagano tutto! Per chi invece fa della comodità il punto fisso di un viaggio posso tranquillizzarvi …ci sono strutture alberghiere di ogni categoria, di questo statene certi!

Io posso solo ringraziare il tour operator Viva Mexico che ci ha permesso di scoprire questa parte del Messico e di farci vedere con quanta passione svolge l’organizzazione dei suoi viaggi. Collegandovi sul sito http://www.vivamexico.it potrete trovare tantissimi itinerari ed idee di viaggio adatti a tutti i budget e creati su misura, senza date prestabilite, con o senza guida, anche utilizzando mezzi pubblici.

Grazie alla loro esperienza sul posto sapranno dare sempre un consiglio in più!

Alla prossima avventura e QUE VIVA MEXICO!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...